20 Settembre 2017
immagine di testa


News
percorso: Home > News > Ventirighe

VENTIRIGHE: TROFEO REGIONE VENETO - SOCIETÀ DI PROMOZIONE - OPITERGINA-FONTANELLE

05-09-2017 20:00 - Ventirighe

Opitergina-Fontanelle: la vittoria del cuore. Richiamata dal secondo raduno sportivo organizzato nel 15° girone dal Trofeo Veneto la squadra seguita passo dopo passo dalle sagge indicazioni rilasciate dal "Pio" mister Piovanelli attutisce e restituisce i mortiferi scatti prodotti da un coraggioso Fontanelle sbarcando così agli Ottavi. Quello appena guadagnato è stato un nuovo trionfo che senza alcun dubbio in virtù di un derby giocato tutto sommato all´altezza grazie alla forza dei nervi e dello spirito ha permesso di certificare con matematica precisione il passaggio al livello successivo, ricamando ulteriormente un precampionato disputato con i fiocchi. Tuttavia allo stesso tempo si può dire però che tale rotondo risultato questa volta abbia anche fatto risuonare i sinistri cigolii emanati da un sistema di gioco non ancora del tutto perfezionato ed "oliato". Inquietanti ma per fortuna ancora sporadici passi falsi i quali nonostante ciò sono stati almeno all´inizio mascherati da un indiscutibile approccio collettivo. Favoriti dalla prudenza assunta dai "vicini di casa" i ragazzi hanno infatti avuto subito l´ardore di occupare con l´intensità offerta dalla batteria dei quattro interni di centrocampo quasi l´intera superficie del campo sospingendo implacabilmente in avanti il baricentro. Innalzamento del livello offensivo che, al netto dell´ampio raggio d´azione garantito sia dalla spinta portata prevalentemente sulla destra da Da Frè e sia attraverso i varchi centralmente aperti in verticale dal ravvicinato dialogo tenuto dai due punti di riferimento Santagata-Cattelan, è stato prima capace di stringere in un soffocante abbraccio le strette maglie difensive giallonere. E poi si è dimostrato in grado, proprio con un´infiltrazione tra le linee, di far provare quell´indimenticabile primo brivido di gioia chiamato gol al giovane Zilli. Paradossalmente purtroppo pare essere stato esattamente questo "bianco" "assolo" ad aver involontariamente contribuito ad abbassare la guardia poiché in seguito si sono incominciati a sentire pericolosi "gemiti" strutturali. Minacciose "ferite" provocate da alcune sanguinose palle perse tanto nei disimpegni quanto nell´impostazione un po´ a causa della frenesia, un po´ per colpa della conseguente mancanza di precisione e un po´ per via della contraddittoria tentazione di voler tenere troppo la sfera le quali sono state provvidenzialmente tamponate dalla reattività e determinazione successivamente applicate dal gruppo stesso. Ed è qui, da questa dimostrazione di reciproco aiuto e recupero da cui ora il leone biancorosso dovrà cercare di ripartire provando inoltre ad aumentare il proprio quoziente di velocità e concentrazione. Perché il Portomansuè è ormai lì che sta aspettando in fondo alla settimana e la soluzione migliore per tentare di oltrepassare il primo scoglio del campionato pare non essere che una sola: non dimenticare il primo tempo svolto, ma nemmeno scordare i dolori della ripresa compiuta. L´unica via che, se seguita, permetterà di trovare ancora strade per accumulare altre reti e raggiungere così infine una nuova vittoria del cuore.


Fonte: USD OPITERGINA

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]