20 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > Scuola calcio

DIAVOLETTI BIANCOROSSI A SAN SIRO

30-08-2015 22:27 - Scuola calcio

È domenica e ci siamo da poco svegliati, stranamente prima del solito. La testa è ancora pesante e gli sbadigli si sprecano, ma è un risveglio con il sorriso e con quella naturale sensazione di appagamento di chi ha vissuto qualcosa di grande. I riflettori di San Siro sono ancora impressi nei nostri occhi socchiusi. In fin dei conti, poche ore fa uscivamo da uno dei più famosi stadi della Serie A: dal campo che abbiamo calcato da protagonisti, portabandiera dell´A.C. MILAN.
Se penso che solo una settimana fa non potevamo nemmeno immaginare quello che poi avremo effettivamente vissuto...
La fatidica mail arriva alle 21.00 di domenica 23/8: la Scuola Calcio MILAN invita i nostri ragazzi 2004, 2005 e 2006 a Milano per l´anticipo casalingo contro l´Empoli dell´ex Saponara. Il tam tam parte immediato su WhatsApp: l´entusiasmo tra i genitori è subito palpabile e prima di mezzanotte le adesioni sono già una decina, nonostante il periodo di ferie. Servono almeno 22 ragazzi per andare in campo prima della partita. Martedì la quota è agilmente raggiunta, il pullman prenotato, ogni dettaglio definito con il MILAN: la macchina organizzativa di genitori e Società si è mossa alla grande, efficiente e puntuale. Un ottimo esempio di sinergia.
Ed eccoci a ieri: alle 18.30, accompagnati dal mister Emanuel Giacomazzi, ci presentiamo puntuali all´ingresso dei varchi riservati alle scuole calcio. Fa caldo e l´atmosfera all´esterno di San Siro è elettrizzante. Qualche minuto di attesa per le necessarie verifiche burocratiche e siamo dentro! Il responsabile MILAN ci ha preparato una sorpresa: saremo i "diavoletti" portabandiera del MILAN! I ragazzi non stanno nella pelle: tutto è dilatato, frenetico, diverso dalla realtà cui sono abituati. I loro occhi vengono immediatamente rapiti dalla festa di suoni, luci e colori. Le televisioni ci inquadrano, ci riconosciamo sullo schermo dello stadio una, due, tre volte ed istintivamente partono i saluti a casa.
Poi arriva il momento: i nostri atleti escono sul terreno di gioco con il mantello nero, cornetti in testa e forchettone in pugno. Fa caldo, tanto caldo, ma nessuno ci pensa più: il boato di San Siro, da lì sotto, ti stoppa il cuore in gola.
E poi i giocatori sono a pochi metri, in carne ed ossa! Incredibile.
Assistiamo all´intera partita e alle 23.30, dopo un meritato panino alla salamella ed una bibita fresca, si riparte verso casa. Un´esperienza indimenticabile e positiva ma soprattutto una costruttiva condivisione tra più annate.
Bello, tutto molto bello. Personalmente, conserverò a lungo il ricordo della reazione dei nostri ragazzi al primo goal di Bacca: con gli occhi sgranati, un balzo in piedi, urlando a squarciagola, con lo stadio in visibilio, il nome dell´attaccante rossonero.
Impagabile!
Un GRAZIE di cuore a tutti per la partecipazione a nome dell´U.S.D. OPITERGINA.
Chi saranno i prossimi fortunati?
(Enrico Patres - Responsabile progetto Milan)


Fonte: USD OPITERGINA











[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio