06 Luglio 2022
News
percorso: Home > News > Scuola calcio

DIAVOLETTI BIANCOROSSI A SAN SIRO

30-08-2015 22:27 - Scuola calcio

È domenica e ci siamo da poco svegliati, stranamente prima del solito. La testa è ancora pesante e gli sbadigli si sprecano, ma è un risveglio con il sorriso e con quella naturale sensazione di appagamento di chi ha vissuto qualcosa di grande. I riflettori di San Siro sono ancora impressi nei nostri occhi socchiusi. In fin dei conti, poche ore fa uscivamo da uno dei più famosi stadi della Serie A: dal campo che abbiamo calcato da protagonisti, portabandiera dell´A.C. MILAN.
Se penso che solo una settimana fa non potevamo nemmeno immaginare quello che poi avremo effettivamente vissuto...
La fatidica mail arriva alle 21.00 di domenica 23/8: la Scuola Calcio MILAN invita i nostri ragazzi 2004, 2005 e 2006 a Milano per l´anticipo casalingo contro l´Empoli dell´ex Saponara. Il tam tam parte immediato su WhatsApp: l´entusiasmo tra i genitori è subito palpabile e prima di mezzanotte le adesioni sono già una decina, nonostante il periodo di ferie. Servono almeno 22 ragazzi per andare in campo prima della partita. Martedì la quota è agilmente raggiunta, il pullman prenotato, ogni dettaglio definito con il MILAN: la macchina organizzativa di genitori e Società si è mossa alla grande, efficiente e puntuale. Un ottimo esempio di sinergia.
Ed eccoci a ieri: alle 18.30, accompagnati dal mister Emanuel Giacomazzi, ci presentiamo puntuali all´ingresso dei varchi riservati alle scuole calcio. Fa caldo e l´atmosfera all´esterno di San Siro è elettrizzante. Qualche minuto di attesa per le necessarie verifiche burocratiche e siamo dentro! Il responsabile MILAN ci ha preparato una sorpresa: saremo i "diavoletti" portabandiera del MILAN! I ragazzi non stanno nella pelle: tutto è dilatato, frenetico, diverso dalla realtà cui sono abituati. I loro occhi vengono immediatamente rapiti dalla festa di suoni, luci e colori. Le televisioni ci inquadrano, ci riconosciamo sullo schermo dello stadio una, due, tre volte ed istintivamente partono i saluti a casa.
Poi arriva il momento: i nostri atleti escono sul terreno di gioco con il mantello nero, cornetti in testa e forchettone in pugno. Fa caldo, tanto caldo, ma nessuno ci pensa più: il boato di San Siro, da lì sotto, ti stoppa il cuore in gola.
E poi i giocatori sono a pochi metri, in carne ed ossa! Incredibile.
Assistiamo all´intera partita e alle 23.30, dopo un meritato panino alla salamella ed una bibita fresca, si riparte verso casa. Un´esperienza indimenticabile e positiva ma soprattutto una costruttiva condivisione tra più annate.
Bello, tutto molto bello. Personalmente, conserverò a lungo il ricordo della reazione dei nostri ragazzi al primo goal di Bacca: con gli occhi sgranati, un balzo in piedi, urlando a squarciagola, con lo stadio in visibilio, il nome dell´attaccante rossonero.
Impagabile!
Un GRAZIE di cuore a tutti per la partecipazione a nome dell´U.S.D. OPITERGINA.
Chi saranno i prossimi fortunati?
(Enrico Patres - Responsabile progetto Milan)


Fonte: USD OPITERGINA











[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio