30 Novembre 2022
News
percorso: Home > News > Uno contro uno

UNO CONTRO UNO: LUCA ANTONELLO "CONTRO" IL MISTER LORIS BODO

27-08-2022 20:00 - Uno contro uno

Si chiama Loris Bodo, ma forse lo si potrebbe soprannominare anche il Pioli del mondo dilettantistico. Mentalità intraprendente, accurata organizzazione capace di esaltare la cultura del lavoro e continua pazienza infatti sono tre caratteristiche che contraddistinguono il nostro nuovo mister. Un tecnico il quale, grazie alla forza e ai vantaggi donati da tali virtù riesce proprio nell'apparente comune e semplice normalità di queste qualità a trovare sempre il modo per migliorarsi e far migliorare le squadre che allena offrendo un calcio intenso, propositivo, ma anche attento e equilibrato. Calcio che, dopo avergli regalato il piacere di allenare club di spessore come Montebelluna e il brivido di arrivare insieme alla Liventina a un passo dai playoff, ora lo ha portato a stringere il patto con la società del "leone biancorosso" per cercare di restituire al nostro club un ruolo da protagonista.

Mister, sembra che il detto "chi ben inizia è già a metà dell'opera" si adatti bene a quello che i suoi ragazzi sono riusciti a fare finora. È vero, per il momento, è stato solo calcio d'agosto. Tuttavia crede di aver ricevuto comunque delle indicazioni importanti da queste uscite? E se sì, quali?
Queste uscite hanno evidenziato un buon gruppo squadra con delle individualità importanti. Non siamo certo a metà dell'opera, ma alla prefazione dell'opera per cui speriamo di continuare con la strada che stiamo tracciando.

Ogni sfida che va in scena in campo ha una sua trama che racconta una storia di solito sempre diversa. Eppure, per quanto possa essere differente, qualsiasi duello propone comunque aspetti positivi ed elementi da sistemare. In questo senso quali sono le indicazioni più "belle", interessanti che ha notato e quelle da migliorare a livello caratteriale o tecnico tattico?
A livello caratteriale una squadra che giochi in modo propositivo per provare a fare le cose che proviamo anche in allenamento e che cerca di mettere in campo. Quindi una squadra che guarda alla positività delle cose, una squadra che cerca di costruire e che cerca di giocare. Poi, le cose da migliorare, sicuramente un amalgama generale e una condizione migliore che viene con l'allenamento. L'approccio della squadra è un approccio buono, non basta farne due, ma 39 perché le partite (di campionato e coppa n.d.r) sono almeno 39. E quindi dobbiamo essere pronti ad avere sempre un buon approccio. Io non chiedo alla squadra di dare il massimo, perché anche gli avversari danno il 100%. Noi dobbiamo dare il 101, 102%, sempre qualcosa in più in cuore, in corsa, in determinazione.

Adesso si incomincia a fare sul serio visto che, dopo le partite amichevoli, ora vi attende il debutto in gare ufficiali. Che cosa si aspetta di vedere in questo inizio di stagione?
Mi aspetto di vedere una squadra che metta in pratica le indicazioni su cui abbiamo lavorato. Mi aspetto di vedere una squadra che, al di là delle indicazioni tecnico-tattiche metta in campo cuore e corsa perché solo se la squadra metterà corsa e forza noi potremo pensare di disputare buone gare e giocarcela contro qualsiasi avversario. Quindi mantenere alta l'intensità perché è una squadra giovane che ha nelle proprie corde una facilità di corsa importante.

Luca Antonello



Fonte: USD OPITERGINA
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio
generic image refresh