26 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > Prima squadra

IL PROTAGONISTA / CAPITAN CAMPANER: "NON CI STIAMO A PERDERE"
Contro il Vittorio Falmec è arrivata la prima incornata vincente del senatore in maglia biancorossa

30-09-2020 12:00 - Prima squadra

ODERZO - Fabio Campaner, per gli amici "Ciccio", i campi di calcio li conosce da una vita. Ma l'entusiasmo che trasmette ancora oggi, anche con la sola presenza o con lo sguardo, quello non si allena.

È quell'entusiasmo che ci mette quando racconta dell'ennesimo esordio della sua lunga carriera, ossia il ritorno all'Eccellenza così agognata. E dire che la prima in casa, dieci giorni fa, proprio con il Vittorio Falmec, non è stata esattamente una gara memorabile. Sconfitta per 1-3 davanti al proprio pubblico.

A seguire una settimana di allenamento "col coltello tra i denti", per usare un'immagine di mister Conte. Da qui nasce la vittoria per 3-0 di domenica, che inaugura il cammino del campionato. Per inciso: ha giocato lo stesso gruppo dell'anno scorso visto che, per un motivo o per l'altro, chi c'era domenica, c'era anche la passata stagione. Un caso?

Capitan Campaner, come giudichi l'esordio in Eccellenza?
"Direi un'ottima prestazione da parte di tutto il gruppo. Volevamo riscattarci dalla sconfitta in Coppa della settimana precedente. Ci siamo riusciti giocando una gara quasi perfetta per abnegazione, concentrazione, attenzione al dettaglio. L'abbiamo preparata bene, soprattutto di testa".

A proposito di testa, dopo 10' ecco la tua incornata vincente...
"Sì, però il cross su punizione è stato di Lauro (Florean, nda) che ha disegnato una palombella precisa precisa. Io non dovevo far altro che spingere la palla in porta. Il 90% è merito suo".

Già, ma la capocciata è stata tua.
"Diciamo che in carriera qualche gol di testa l'ho fatto, anche se qui a Oderzo è stato il primo. Bene così, soprattutto per la squadra, ossia l'aspetto più importante".

Parlando di squadra, è stato il risultato del gruppo più che dei singoli.
"Abbiamo una caratteristica che ci portiamo dal campionato di Promozione. Ossia perdere ci infastidisce non poco. Venite a vedere gli allenamenti, qui si rosica anche se si perde a torello. Si tratta di un atteggiamento che poi si ripropone in campo. Non è un dettaglio. Per cui tutti giocano per il gruppo".

Dopo la parentesi dell'anno scorso, torni in Eccellenza. Differenze?
"In questa categoria si gioca a un ritmo più alto e il margine d'errore è molto minore. Se giochiamo sotto tono prendiamo tre gol come dieci giorni fa. Se invece il ritmo è alto le cose cambiano. E i dettagli possono fare la differenza. Se lo scorso anno non eravamo in giornata, magari riuscivamo a venirne fuori. Quest'anno sarà molto diverso".

Si dice che il campionato sarà lungo, quest'anno non è un luogo comune...
"Già, col campionato a 18 squadre ci saranno più partite. E ci saranno pure gare infrasettimanali. Pensiamo ad ottobre. Di mercoledì giochiamo la terza giornata di Coppa e sempre di mercoledì questo mese avremo la prima in infrasettimanale. Sarà una stagione dura, sarà importante gestirci bene. Ma questo vale per tutti".


Fonte: UFFICIO STAMPA USD OPITERGINA
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio