09 Aprile 2020
News
percorso: Home > News > Scuola calcio

LA PREZIOSA ESPERIENZA DEL MILAN NELLA FORMAZIONE DEI PICCOLI ATLETI

25-02-2016 22:26 - Scuola calcio

Lunedì 14 dicembre 2015, all’ombra solenne dello storico palcoscenico dello stadio OPITERGIUM, è andato in scena lo spettacolo più bello degli ultimi sgoccioli d’annata: l’incontro tra la nutrita rappresentanza dei "Pulcini 2005", appartenente al settore giovanile dell’U.S.D. OPITERGINA e la dinamica disponibilità del preparatore atletico dell’A.C. Milan Giorgio Spadola. Magico anticipato regalo di Natale, donato dalla società opitergina, grazie alla fondamentale vincente collaborazione con Scuola Calcio Milan. In grado oltre che di riscaldare i cuori degli adulti presenti, di offrire immenso divertimento ai più piccoli. Non solo: l’esperienza ha alla fine lasciato, a questi ultimi un’altro ancor più prezioso dono: i bambini infatti, seguiti dagli allietati ed esperti sguardi del responsabile del settore giovanile dell’U.S.D. OPITERGINA, Maurizio Codogno, del talent scouter del settore giovanile e coordinatore delle Scuole Calcio per il Triveneto dell’A.C. Milan, Otello Di Remigio e del prof. Antonello Bolis, referente per l’area psicopedagogica Milan Academy, (nonché docente presso la Facoltà di Scienze della Formazione all’Università Cattolica di Milano), attraverso una allegra sgambatura sono riusciti a mostrare famigliare amicizia con il pallone e la possibilità di scoprire e allenare, attraverso il gioco e il conforto del reciproco aiuto, la inestimabile assicurazione di vita per il futuro, chiamata capacità organizzativa. L’indimenticabile giornata è dunque proseguita presso The Nice Place l’innovativo Spazio Eventi messo gentilmente a disposizione dal main sponsor Nice, ove tutto il settore giovanile OPITERGINA, unitamente alla dirigenza ed ai genitori degli atleti, hanno preso parte alle riflessioni del prof. Bolis sul suggestivo tema "LA CULTURA DELLA SCONFITTA E GLI INPUT EFFICACI PER FAR CRESCERE I NOSTRI RAGAZZI - COME STIMOLARE L’AUTOSTIMA".
Interessante e purtroppo, quanto mai, attuale, problema, questo, ancora poco studiato e troppo spesso sottovalutato; alimentato sia dall’odierna inquietante incapacità dei ragazzi di saper accettare la resa, proposta dalla situazione di svago, sia dalle eccessive libertà concesse, nella vita quotidiana, dai genitori.
Aspetti che stanno, sempre più pericolosamente, manifestandosi nella debolezza degli atteggiamenti sbagliati espressi dagli stessi ragazzi e tale da intaccare anche i normali rapporti relazionali presenti al di fuori della semplice sfera ludica, minacciando, così, di vanificare i generosi sforzi di collettiva crescita interiore, compiuti, nel passato, dalla precedente generazione.
Apparente insormontabile avversario, quello dell’insicurezza giovanile dinnanzi alla sconfitta sportiva e personale. Anche se esistono fortunate positive eccezioni: come dimostrato, anche recentemente, dai successi ottenuti sul fronte della valorizzazione del settore giovanile dall’U.S.D. OPITERGINA.
(Luca Antonello)


Fonte: USD OPITERGINA

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio