27 Maggio 2022
News
percorso: Home > News > Ventirighe

VENTIRIGHE: CAMPIONATO REGIONALE DI ECCELLENZA - OPITERGINA-LIAPIAVE

08-03-2022 20:00 - Ventirighe

"La paura ti rende prigioniero, la speranza può renderti libero".

Così recitava Andy Dufresny, il vice direttore di una banca di Portland condannato a dover scontare la pena di due ergastoli nel carcere di Shawshank, nel film "Le ali della libertà" di Tim Robbins uscito in Italia nel 1995.

Si tratta di una frase all'apparenza solo spettacolare e anche un po' scontata, ma che in realtà sembra riflettere bene ciò che questo brutto momento pare stia dicendo alla squadra.

Infatti purtroppo è arrivata la 7ª sconfitta casalinga della stagione. La 3ª consecutiva del nuovo anno per opera di un Liapiave il quale ci ha sospinti ancora più vicino all'area della classifica riservata alla lotta per la salvezza.

Timore, quello di compiere un'altro passo falso, che l'ex Gemeaz ha contribuito presto ad alimentare mandando in scena una trama tattica animata da una veloce impostazione arretrata affidata al custode della difesa Scarabel. Una prima costruzione la quale, sfruttando l'incessante pressing portato anche abbastanza alto, le incursioni tentate in profondità dall'ex Cattelan favorite da immediate verticalizzazioni e le accelerazioni compiute sulle fasce dal duo Paladin-Roma, è riuscita a dare vita a degli assalti che hanno fatto subito sussultare i cuori biancorossi.

Eppure, ancora una volta, i ragazzi avevano dimostrato grande prontezza d'animo nel riprendersi dall'urto iniziale e nel cercare di evadere dall'attenzione imposta dalle strette marcature difensive. Ciò provando a lasciarsi guidare come sempre dalla fantasia offerta tra le linee da Carniello e anche dalla dirompente forza fisica e dagli spumeggianti scatti di un Zorzetto instancabile nello svariare su tutto il fronte offensivo. Generosi tentativi che però sono stati sempre stoppati da un eccesso di imprecisione. Mancanza di concretezza che, sebbene non producendo nella ripresa il doloroso rammarico delle occasioni fallite del primo tempo, pur potendo approfittare della regia condotta dal neo entrato Cima, ha spinto la squadra a voler ancora affrettare la giocata. E a cadere così in quella tentazione capace di portare a un risultato in parte un po' troppo pesante, in parte un po' sincero.

I ragazzi infatti hanno di nuovo mostrato di avere il carattere per continuare a recuperare palloni e a proporre qualche audace ripartenza nonostante si siano spesso ritrovati esposti a fulminei contropiedi o confinati nell'angolo della loro area.

Tuttavia purtroppo non sono ancora riusciti a liberarsi di quella frenesia nel voler completare subito l'ultimo passaggio che a volte si è tradotta in qualche lancio lungo accompagnata da un pizzico di incertezza nel scegliere la giocata da fare. Ansia che ora i ragazzi avranno bisogno di provare a scacciare non solo facendo sentire tutto l'orgoglio trasmesso dai colori biancorossi, ma anche continuando a conservare la grinta e armandosi di pazienza. Ciò in modo da poter, proprio come dei veri leoni, attendere con la giusta determinazione e serenità il Real Martellago, aggirarlo e poi balzare con la necessaria velocità e attenzione per colpirlo. E riprendere così la corsa in classifica ritrovando quella continuità e ottimismo indispensabili ad allontanare al più presto, insieme allo sconforto, i playout.

Perché, come recitava Andy Dufresny, "la paura ti rende prigioniero, la speranza può renderti libero".

Luca Antonello



Fonte: USD OPITERGINA
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio