30 Novembre 2022
News
percorso: Home > News > Ventirighe

Ventirighe Opitergina - Istrana

16-11-2022 15:28 - Ventirighe
Vittoria a metà.
Sembra un controsenso eppure in pratica è quanto ha, purtroppo, detto l'ultima sfida appena disputata dalla squadra. Un verdetto contraddittorio proprio come l' andamento di uno stesso duello che ha visto i nostri imporre le regole del proprio gioco, ma riscuotere molto meno di quanto offerto. Grande fermezza in questo caso ispirata dalla voglia di riprendere l' inseguimento al secondo posto distante solo 4 lunghezze e dalla serenità donata dal recente turno di riposo.

Una freschezza sia morale sia fisica che i ragazzi sono riusciti a mettere subito in mostra facendosi avanti in parte con lanci lunghi a ricercare la profondità. In parte proponendo un ritmo tambureggiante fatto di veloci aperture, scambi di prima in verticale e alcune percussioni sulle fasce. Tutte iniziative intraprendenti però respinte da un'Istrana sempre coraggiosa nel rimanere corta ingaggiando decisi contrasti in mezzo al campo. Oltre che compatta nel chiudere gli spazi e attenta a trovare i tempi giusti per anticipare e ripartire in modo da favorire le irruzioni della punta Cendron.

Movimenti pazienti e all' apparenza innocui i quali tuttavia sono riusciti a produrre l' unico vero guizzo capace di mettere a serio rischio una sfida fino a quel momento dominata. Un brivido per fortuna durato "solo" 18', ovvero il tempo impiegato da Akafou per raddrizzare in parte i binari di una sfida che stava, a sorpresa, prendendo la direzione di Istrana. Un sorriso, certo, piccolo se si pensa al finale ben diverso che tutte le occasioni poi avute avrebbero potuto scrivere. Tuttavia è proprio da questa parziale soddisfazione che ora i ragazzi avranno, forse, bisogno di cercare di ripartire.

Ripartire ancora una volta da quella stessa personalità la quale ha dato ai nostri la forza di non scoraggiarsi, o, peggio, perdere la calma né di fronte a un avversario così "scorbutico" né davanti alle decisioni del sign. Tiozzo. Da quello stesso sano opportunismo che è stato in grado di mettere la squadra nelle condizioni di sfruttare bene gli angoli. E, infine, ricominciare provando ad affidarsi ancora alla sicurezza trasmessa in mediana dai compagni. Colleghi i quali, grazie ai costanti recuperi offerti dalla generosità di un onnipresente Botter, alla fisicità di un Akafou bravo nel muoversi tra le linee e la qualità e visione di gioco di un Cotali sempre pronto a scattare sulla sinistra per supportare le incursioni di Tesolat, non hanno fatto sentire l' assenza di un maestro del centrocampo come Malago'.

Tutto ciò per poter, portieri travestiti da supereroi permettendo, tornare a incassare al più presto non solo una mezza vittoria, ma un successo completo.


Fonte: Luca Antonello
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio
generic image refresh