23 Aprile 2024
News
percorso: Home > News > Ventirighe

Ventirighe Opitergina - Limana Cavarzano

08-04-2023 08:24 - Ventirighe
Rinvio a giudizio.
È l'imparziale sentenza emessa dal risultato assegnato in quest'ultima giornata di campionato. Un pari che, attraverso la vuota forma dello 0-0 disegnato nel tabellino, ha da una parte sì lasciato un po' di rammarico per non essere riusciti a riscattare subito i due passi falsi commessi contro il Liapiave e il Calvi Noale.
Ma allo stesso tempo non toglie del tutto il sogno di poter rientrare nei playoff e accedere nell'area riservata degli spareggi promozione. La speranza è diminuita come il numero di sfide rimaste, ora tre, è vero. Eppure resiste ancora se si ripensa all'atteggiamento mostrato, alla solita mole di gioco prodotto e all'importanza delle chiare occasioni create nonostante le difficoltà poste durante l'incontro dal Limana Cavarzano. E la fatica denunciata dalla squadra nell'arrivare davanti alla porta.

Il rigore decretato nel primo round in favore degli ospiti infatti avrebbe potuto demoralizzare ancor di più un gruppo già messo a dura prova dalla fiera resistenza opposta dagli uomini di Parteli. Invece i nostri hanno avuto il merito di assorbire subito la carica trasmessa da un Lorello in formato Maignan e, alla ripresa dei giochi, avventarsi con il rinnovato furore donato dal loro cuore di indomabili leoni su ogni pallone sforzandosi sia di tracciare combinazioni più rapide nello stretto. Sia cercando di aggirare l'imponente muro eretto in area dai biancogiallorossi sfondando sulle fasce. Alla fine il castello difensivo bellunese purtroppo non è crollato. Inoltre rimangono quegli errori compiuti in alcuni tratti di gara che non sono stati "vendicati", d'accordo.

Tuttavia i ragazzi hanno anche dimostrato di avere ancora la forza di credere a quella che rischia di diventare un'impresa quasi disperata. Una prova di fiducia che ora la squadra dovrà cercare di riproporre provando a mettere di nuovo in campo in parte la pazienza mostrata nel sviluppare il possesso dalle retrovie, la maggior attenzione e una giusta dose di calma necessarie per evitare di diventare ancora prigionieri della fretta di voler completare bene l'ultimo passaggio. E evitare così di perdere palloni che, dopo aver lanciato in avanti Fiabane e Paier, possano favorire con troppa facilità altri pericolosi contropiedi. In parte tentando di mantenere la stessa feroce determinazione offerta ad esempio da un Botter instancabile nel ringhiare come il buon vecchio Gattuso sugli avversari. L' inesauribile generosità messa a disposizione da un onnipresente Akafou apparso, come sempre, indispensabile nel riuscire con le sue irresistibili progressioni e unica qualità a spaccare centralmente i bellunesi o creare superiorità sulla destra. O conservare la velocità del tenace Morbioli, rapido nell'abbassarsi sulla trequarti e portare con le sponde appoggio per far salire i compagni e favorire l'impostazione offensiva.

Tutto ciò così da poter, rivali permettendo, aumentare le probabilità di gestire ancora meglio con il ritmo, i tempi di gioco e sperare di ottenere un prossimo verdetto che, al posto di un altro rinvio a giudizio, possa donare un pieno riscatto.


Fonte: Luca Antonello

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh